Nuovi appuntamenti di Fiera OFF

Le Feste si avvicinano e anche i consigli di lettura di ArgoNautilus per soci e lettori.

Dopo l’appuntamento al Museo dell’Arte Mineraria, Antonio Maccioni e Gianmichele Lisai replicano alla Libreria StoryTElling di Gonnesa. “Alla scoperta dei segreti perduti della Sardegna” è una miniera di informazioni, e noi ci domandiamo quando la Sardegna smetterà di stupirci.

A seguire, triplice appuntamento con Cristina Caboni e “Il giardino dei fiori segreti” Garzanti Edizioni.

Si comincia con Santadi, poi Iglesias presso il Museo dell’Arte Mineraria, per finire con Gonnesa. Pubblico sempre delle grandi occasioni, e Cristina dolce, coinvolgente, capace di trasportarci nelle atmosfere profumate di fiori e miele delle sue storie.

A presto per nuovi incontri!

 

Letti di Notte 2016 #LdN16

L’Associazione ArgoNautilus sarà a Letti di Notte 2016 sabato 18 giugno dalle ore 18:00 presso la Libreria StoryTelling di Gonnesa.

lettidinotte

Ecco il programma della serata dal titolo: “Raccontando Parigi”
Ore 18.00
Fiabe francesi per i più piccoli.
Lettura delle fiabe di Charles Perrault per bambini dai 4 anni in su.

Ore 19.15
Parigi raccontata dai lettori
Chiacchierata sulla città.
Ogni lettore porterà il suo libro preferito, ambientato a Parigi e leggerà dei passaggi a sua scelta. Previsto un collegamento con Parigi

ore 20.15
Aperitivo Francese

ore 21.00
Momento d’Autore

ore 21.30
Parigi e la moda

ore 22.00
Poesie sotto le stelle.
Letture dei classici della Poesia francese, musica.
Collegamento con la Libreria il Ponte sulla Dora di Torino
Brindisi finale con un bicchiere di… champagne.

Vi aspettiamo numerosi!

storytelling

Riccardo III – Festival NOW – Cavallerizza Reale

0001

Riccardo III Atto I Scena I 

Ora l’inverno del nostro scontento è reso gloriosa estate da questo sole di York;
 e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa, 
sono sepolte nel seno profondo dell’oceano.

 Ora le nostre tempie sono cinte di corone vittoriose;
 le nostre armi malconce appese come trofei;
 le nostre aspre sortite mutate in lieti incontri,
 le nostre marce spaventose in allegre danze.

 La guerra dal volto rapace ha spianato la fronte corrugata;
 e ormai, piuttosto che montare bardati destrieri
 per riempire di paura le anime di impavidi avversari,
 si insinua nella camera di una signora
 al seducente suono del liuto.

 Io però... che non son fatto per frivoli svaghi,
 né per corteggiare uno specchio amoroso...
 Io... che sono di stampo rude, privo della maestà d’amore
 tale da pavoneggiarmi di fronte a una bella ninfa ancheggiante
Io... che son privo di ogni bella proporzione,
 frodato nei lineamenti dalla natura ingannatrice,
 deformato, incompiuto, 
spedito prima che fosse il mio momento in questo mondo che respira,
finito a metà,
 e questa tanto storpia e brutta che i cani mi abbaiano quando passo accanto a loro;

 Perché, io... in questo fiacco e zufolante tempo di pace,
 non ho il piacere di ammazzare in altri modi il tempo,
 se non spiando la mia ombra al sole
 e commemorando la mia stessa deformità:
 E comunque, non potendo fare l’amante,
 per occupare questi tempi ben visti,
 sono deciso a mostrarmi una canaglia
 e odiare i vani piaceri di questi giorni.
 Ho scritto monologhi, infide induzioni,
 con profezie da ubriachi, accuse e sogni,
 per invogliare mio fratello Clarence e il re a odiarsi l’un l’altro:
 e se il re Edoardo fosse giusto e onesto, quanto io subdolo, falso e traditore,
 oggi Clarence dovrebbe essere imprigionato, per una profezia, che dice che “G”
 sarà l’assassino di Edoardo.

 Ma ora pensieri, rituffatevi nella mia anima: 
qui sta arrivando Clarence.


#FieraOFF Cristina Caboni a Iglesias

Cristina Caboni, “La custode del miele e delle Api” (Garzanti) ha incantato i lettori della Biblioteca Comunale di Iglesias, nel corso di un incontro realizzato in seno alla #FieraOFF della Fiera del Libro di Iglesias.

Una serata all’insegna della natura e dei profumi, dell’amore per la Sardegna e del sapore della nostalgia. La vita dell’alveare come metafora della società perfetta, ideale.

Ma anche occasione di riflessione sui pericoli dell’inquinamento, dell’uso di pesticidi e sostanze chimiche letali per le api, dell’urgenza di porre attenzione al nostro ecosistema, così fragile e provato dopo anni di sfruttamento incontrollato.

 

Argonautilus – Chi siamo

1280px-Biagio_d'Antonio_-_Scene_della_storia_degli_Argonauti.jpg

L’Associazione ArgoNautilus nasce dalla passione dei Fondatori per il patrimonio artistico e naturalistico italiano e dal desiderio di diffondere e fare conoscere i valori della nostra tradizione culturale, spaziando tra le pressoché infinite risorse degli ambiti letterario, artistico, storico e archeologico, enogastronomico e dell’artigianato, paesaggistico e naturalistico.
Il principio ispiratore è una ricerca interdisciplinare, che intrecci e colleghi i campi di valorizzazione, affinché l’uno possa divenire mezzo di promozione dell’altro, in un continuum ricco di potenzialità, che raggiunga e coinvolga gli abitanti del territorio, i turisti, italiani e stranieri, gli operatori di settore, le associazioni con simili scopi e finalità, e – non ultimi – gli enti pubblici.
La mission che ci si prefigge dunque, è un’autentica riscoperta della cultura italiana, che vedrà nelle iniziative dell’Associazione un mezzo di diffusione delle arti, degli studi in materia di ecologia e biologia del territorio, della tradizione storica, e dei tesori architettonici, storici, naturalistici, enogastronomici.

ARGO